Come marinare l'agnello

Super User Written by 

(1 Vote)
Come marinare l'agnello Featured

Se volete preparare l’agnello al forno, è importante che, prima di passare alla cottura, vi dedichiate con la giusta cura ed attenzione alla marinatura della carne.

Infatti, proprio grazie a questa tecnica, che consiste nell’immergere la carne per un certo tempo (variabile a seconda del prodotto da marinare) in un liquido composto da oli,ingredienti acidi e aromi, renderete il vostroagnello non soltanto più gustoso, ma anche molto più morbido.

Gli ingredienti e il procedimento per la marinatura

Ingredienti

  • 800 g di polpa di agnello
  • 1 l di vino bianco 
  • ½ bicchiere di olio extravergine di oliva
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 bacche di ginepro
  • 3 rametti di rosmarino
  • 2 rametti di timo
  • 7-8 foglie di menta
  • 3 foglie di alloro
  • 2-3 foglie di salvia
  • 5-6 grani di pepe nero

Procedimento

Lavate la polpa di agnello sotto l’acqua corrente. Quindi, tamponatela con un canovaccio pulito o qualche foglio di carta assorbente.

Dopo averla privata, se necessario, del grasso in eccesso, tagliate a bocconcini la carne di agnello e ponetela in una ciotola molto capiente.

A questo punto occupatevi delle erbe aromatiche, che devono essere freschissime. Prendete i rametti di timo e rosmarino, e le foglie di alloro, salvia e menta e, dopo averli lavati, asciugateli con carta da cucina.

Quindi, tritate le foglioline di menta, il rosmarino e il timo, mentre lasciate intere le foglie di alloro e salvia.

Aggiungete le erbe aromatiche che avete lavato, i grani di pepe e le bacche di ginepro nella ciotola contenente la carne.

Tagliate la cipolla a fettine sottili e unite anch’essa agli altri ingredienti, insieme a 2 spicchi d’aglio lasciati interi.

Versate nella ciotola il vino bianco e l’olio extravergine di oliva. Quindi, coprite il contenitore con della pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero, per far riposare il tutto.

Dopo circa 2-3 ore, sollevate la pellicola trasparente che copre la ciotola e rigirate i bocconcini di agnello, in modo che la carne possa marinare in maniera uniforme. Fatto ciò, lasciate marinare l’agnello per altre 2-3 ore.

Trascorso il tempo di marinatura, scolate la carne ed asciugatela con della carta da cucina.

A questo punto i vostri bocconcini di agnello sono pronti per essere messi in una teglia e cotti in forno, irrorati con il liquido usato per la marinatura e, magari, accompagnati da gustose patate tagliate a tocchetti e insaporite con sale e abbondante rosmarino.

Alcune varianti di questa preparazione

Marinatura nel vino rosso

Una prima semplice variante della marinatura per la carne d’agnello prevede di utilizzare il vino rosso in sostituzione a quello bianco.

Marinatura in aceto balsamico

Se volete conferire al vostro agnello un sapore raffinato e unico, per la sua marinatura potete decidere di usare, al posto del vino rosso, aceto balsamico e succo di limone.

Marinatura nella birra

Un altra marinatura particolare per il vostro agnello da cuocere in forno è quella preparata con labirra, che può essere bionda o rossa a seconda dei vostri gusti.

Se decidete di far marinare l’agnello nella birra, il consiglio è quello di aggiungere, tra le spezie e le erbe aromatiche, 2-3 rametti di mirto e alcuni grani di pepe rosa schiacciati.

Tagged under :
More in this category: Spaghetti cozze e pecorino

2 comments

  • Dziudek
    Dziudek Sabato, 09 Agosto 2014 10:36 Comment Link

    Vestibulum convallis arcu id luctus vehicula. Mauris vel cursus neque. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Sed ultricies vulputate turpis quis viverra. Aliquam quam odio, lobortis eu malesuada vel, ullamcorper vitae magna.

  • Robert Gavick
    Robert Gavick Sabato, 09 Agosto 2014 10:35 Comment Link

    Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Duis eu lorem ac nunc tristique molestie a ac leo. Suspendisse faucibus dignissim nisl et tempus. Cras blandit luctus nisi, vulputate porta nisl dictum eget. Pellentesque pharetra luctus tellus mollis blandit. Praesent quis hendrerit lacus.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.